foto volontari operatori Emporio

Prevenzione dello spreco alimentare

Il 5 febbraio è stata la giornata nazionale contro lo spreco alimentare.
Secondo Avvenire, nel 2020 è diminuito lo spreco di cibo in Italia, si è registrato un -12% rispetto all’anno precedente, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Ogni cittadino spreca ancora 27 chili di cibo all’anno.
Anche la rete degli Empori della Solidarietà veronese contribuisce attivamente al recupero delle eccedenze alimentari: nel 2020 i 10 Empori della Solidarietà hanno supportato 6.243 persone recuperando anche 270 tonnellate di cibo, che altrimenti sarebbe andato sprecato.
Il sistema del recupero delle eccedenze delle aziende locali è una delle buone pratiche messe in campo dal progetto Empori: Il 58% delle tonnellate di cibo distribuito proviene dal recupero di eccedenze.
Un’ulteriore pratica per contrastare lo spreco è interna all’Emporio: infatti il “punteggio” dei prodotti prossimi alla scadenza viene abbassato per promuoverne la distribuzione e contribuire alla gestione sostenibile degli alimenti.
Ognuno di noi, nelle nostre attività abituali, possiamo evitare di sprecare cibo: sul sito di Adiconsum Nazionale è presente un piccolo vademecum per ridurre lo spreco a partire dai consumi quotidiani, si trova alla pagina