Progetto Esodo: ricerca sull'impatto sociale

"ESODO: la valutazione di impatto sociale – Restituzione dei risultati", detenuti, ex detenuti e inserimento lavorativo. Euricse misura l'impatto economico e sociale di Progetto Esodo grazie al quale si riduce la recidiva: 13,7% contro il 19% nazionale,
1176 azioni mirate e 18.213 ore di lavoro retribuito: i numeri del 2016. Il 22 novembre un Convegno per presentare i risultati alla presenza di numerosi rappresentanti del terzo settore che si occupano di detenuti, ex detenuti e del loro reinserimento sociale e lavorativo. 

Esodo è un progetto nato nel 2011 dall'incontro e volontà dalle Caritas di Verona, Vicenza e Belluno con il sostegno dalla Fondazione Cariverona, e in collaborazione con del Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria del Triveneto, dopo 7 anni, la Fondazione per valutarne l'incidenza d'impatto sociale ed economico, ha commissionato una ricerca avvalendosi di ImpACT, il metodo promosso da Euricse. Il gruppo di ricerca, coordinato da Sara Depedri e composto da Anna Berton e Stefania Turri, ha così applicato e declinato la metodologia al Progetto, raccogliendo e sintetizzando i risultati relativamente all'attività condotta nel 2016. L'esito è il primo documento rendicontativo e valutativo dell'impatto sociale prodotto da Progetto Esodo in questi anni di attività nelle province di Verona, Vicenza e Belluno che sarà appunto presentato durante il Convegno. Guarda i dati nelle slide

Detenuti, ex detenuti e inserimento lavorativo

 Euricse misura l’impatto economico e sociale di Progetto Esodo

 

Grazie al progetto si riduce la recidiva: 13,7% contro il 19% nazionale

1176 azioni mirate e 18.213 ore di lavoro retribuito: i numeri del 2016

Caritas Diocesana Veronese - L.ge Matteotti, 8 - 37126 - Verona (VR) - Tel. 045 8300677 - Fax. 045 8302787 - email Contatti