BannerFb_sito.jpgsommacampagnaemporio.JPG

Home

Terremoto in centro Italia, tre anni di impegno Caritas

Tre anni fa, un sisma di magnitudo 6.0 colpiva radendo al suolo alcuni comuni del Centro Italia tra la provincia di Rieti nel Lazio e quella di Ascoli Piceno nelle Marche (in particolare, Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e le loro frazioni) causando 299 vittime e circa 5 mila sfollati.

A quasi due mesi dalla prima scossa, quella del 24 agosto 2016, due nuovi terremoti colpiscono ulteriormente il territorio estendendo l’area interessata ad altri 114 comuni, coinvolgendo anche Camerino, Macerata e Fabriano.  Gli sfollati diventano circa 32 mila. Nel gennaio 2017 un nuovo evento sismico con epicentro  a Capitignano (AQ) aggrava ulteriormente la situazione, causando nuovi sfollati e ulteriori 34 vittime, 29 delle quali all’interno dell’Hotel  Rigopiano di Farindola (PE) distrutto da una slavina.

36228950661 6a4093af05 k

Da tre anni le popolazioni colpite vivono una situazione di forte disagio e dolore, tra scosse di assestamento e una difficili ricostruzione. Caritas Diocesana Veronese, grazie alla generosità dei donatori, ha raccolto 533.000 euro che, sommati alle altre offerte giunte a Caritas Italiana, hanno costituito l’importo di 27.286.114 euro destinato alla ricostruzione delle zone colpite.

L’impegno di Caritas in questi tre anni non si è mai arrestato, di seguito ciò che sta implementando sui territori:

  • Interventi in emergenza (soccorso alle persone, aiuto nella prima fase, …).

  • Interventi strutturali (oltre 50 container e soluzioni abitative provvisorie per sostenere provvisoriamente le famiglie che non potevano allontanarsi dal territorio (allevatori, agricoltori); 30 “Centri di comunità”; 5 strutture di accoglienza; 2 strutture di coordinamento Caritas e accoglienza volontari; 4 interventi di ripristino o riapertura di spazi socio-pastorali esistenti; altri interventi (es. cimitero di Amatrice).

  • Interventi per la ripresa di attività economiche (contributi per stalle, riattivazione di imprese agricole), progetti per le fasce deboli della popolazione (anziani, ammalati, minori).

“Rimettere la comunità al centro degli obiettivi; restare accanto e a servizio delle persone colpite, valorizzando la presenza della Chiesa locale e attivando e coinvolgendo le risorse delle diverse comunità: sono le linee di fondo dell’intervento…” sono le parole  del Direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu.

 

 

Caritas Diocesana Veronese - L.ge Matteotti, 8 - 37126 - Verona (VR) - Tel. 045 8300677 - Fax. 045 8302787 - email Contatti