Emergenza ucraina - aggiornamenti giugno 2022

Emergenza Ucraina – aggiornamento Giugno 2022

L’operazione militare avviata dalla Russia in Ucraina il 24 febbraio scorso ha prodotto (dati ONU al 26 maggio 2022): più di 15,7 milioni di persone che necessitano di assistenza umanitaria, di cui 5,2 milioni di bambini; oltre 8 milioni di sfollati interni; oltre 7 milioni di rifugiati nei Paesi confinanti.

Ad oggi sono stati lanciati progetti di medio e lungo periodo in risposta all’emergenza coordinati dalle Caritas nazionali con Caritas Internationalis in: Ucraina (Caritas Ucraina e Caritas Spes), Moldavia, Polonia, Romania e Repubblica Ceca. Sono attive altre Caritas nazionali che lanceranno a breve nuovi programmi di intervento in Slovacchia e Ungheria.

QUANTO FATTO FINORA DA CARITAS UCRAINA E CARITAS SPES CON IL SOSTEGNO DELLA RETE INTERNAZIONALE

Interventi Caritas in Ucraina

Cosa fa Caritas sul territorio italiano

Secondo una nota del Viminale, al 30 maggio 2022 sono 125.200 le persone in fuga dal conflitto in Ucraina arrivate in Italia. Nelle diocesi italiane si sta lavorando su più fronti per garantire un’accoglienza adeguata a queste persone. Diverse attività sono state organizzate a livello locale: orientamento per espletamento di pratiche amministrative, di ambito sanitario, pratiche relative alle vaccinazioni, relative all’inserimento scolastico; raccolta beni di prima necessità; assistenza sanitaria; corsi di lingua; attività ludico-educative per minori; accompagnamento psicologico.

I tanti frutti solidali che fioriscono nelle nostre comunità sono preziose occasioni di animazione alla pace ma anche gesti concreti di sostegno e vicinanza, che ci impegniamo a finalizzare al meglio. Il totale delle persone accolte in 148 Caritas diocesane italiane è 10.533. Di queste persone, 4.848 sono minori.

L’attività nella diocesi di Verona

Caritas Diocesana Veronese prosegue la raccolta fondi finalizzata a supportare gli interventi della rete Caritas in Ucraina, nei paesi di confine e sul territorio della Diocesi. Grazie al contributo della comunità ad oggi Caritas Diocesana Veronese ha già inviato 250.000 euro per sostenere gli interventi umanitari nelle zone colpite e nei paesi maggiormente impegnati nell’accoglienza profughi.

Per quanto riguarda le famiglie già arrivate sul territorio veronese gli 11 Empori della Solidarietà hanno attivato una tessera straordinaria denominata “Emergenza Ucraina” (109 i nuclei familiari per un totale di 325 persone in carico) che prevede l’aiuto alimentare e che dà l’opportunità alle famiglie di accedere all’Officina Culturale, uno spazio in cui le persone possono informarsi, acquisire nuove capacità, beneficiare di opportunità educative per adulti e bambini. Ad oggi sono state effettuate iscrizioni a centri estivi, laboratori e attività sportive per 9 bambini fuggiti dal conflitto.

Sul versante dell’accoglienza dei profughi sono stati resi disponibili 86 posti che verranno utilizzati in progetti coordinati da Caritas Italiana, Protezione Civile, Prefettura di Verona.

Per restare informati sul conflitto e sulle azioni intraprese da Caritas a sostegno della popolazione Ucraina: Dossier di Caritas Italiana sulla crisi ucraina (giugno 2022)

Leggi i dossier precedenti:

Come aiutare 

  • Aderendo alla nostra raccolta fondi “Emergenza Ucraina” per sostenere le azioni della rete Caritas;
  • Informandosi e informando su quello che sta succedendo, per promuovere anche una cultura di pace;
  • Ponendosi accanto alle comunità ucraine in Italia sostenendole con azioni di vicinanza preghiera.

Per donare

Causale: “EMERGENZA UCRAINA”                                                                                                                 

Le offerte sono detraibili fiscalmente

  • Banca Etica– IBAN: IT 40 Z 05018 11700 000017091380– (intestato a  Ass. di Carità San Zeno onlus)
  • Banco Posta– C/C postale: 001006070856– (intestato a  Ass. di Carità San Zeno onlus)
  • Donazione diretta presso Caritas Diocesana Veronese in L.ge Matteotti, 8 – Verona, dal lunedì al venerdì con orario 9:00-13:00 e 14:00-17:00 (le donazioni in contanti non sono detraibili)

Per maggiori informazioni potete contattarci

Tel. 045 2379300 (dal lun. al ven. con orario 9:00-13:00 e 14:00-17:00) – E-mail: donazioni@caritas.vr.it